Clandestini e droga in appartamento di via Temanza

appartamento temanzaMartedì 8 Gennaio 2019 - Personale del nucleo conflitti abitativi unitamente al personale del Reparto P.G. accedeva di primo mattino in un appartamento sito di via Temanza nella disponibilità di B.S donna italiana di anni 37. Presupposto del controllo erano le numerose segnalazioni di cittadini residenti nel condominio che informavano della presenza di un andirivieni sospetto di soggetti di etnia magrebina nell'appartamento in questione sia di giorno che di notte. Nell'appartamento era presente anche la figlia di due anni dell'affittuaria e pertanto, data la situazione, si procedeva ad allertare il Settore Servizi Sociali del Comune di Padova per i successivi adempimenti di competenza.

Leggi tutto...

Droga rinvenuta in P.le Stazione

drogaPadova, 13 novembre - Nel corso del servizio di presidio svolto in zona Stazione dal personale della Squadra Sicurezza Urbana con l'ausilio dell'unità cinofila Rusty, durante una verifica nei pressi del c.d. "boulevard", il cane segnalava la presenza di sostanza stupefacente nei pressi della spalletta del cavalcavia Borgomagno. Con un rapido controllo gli agenti rinvenivano, celato nel fogliame della pianta rampicante che ricopre la struttura, un sacchetto di nylon contenente 36 gr di stupefacente tipo marijuana per un valore stimato di oltre 300 euro. Lo stupefacente veniva recuperato e posto sotto sequestro a disposizione dell'A.G.

Mendicanti - Primo Daspo all'Arcella

allontanamento rumena 23 ottobre 2018 - Agenti di Polizia Locale facenti parte della Squadra Nord - Reparto Prossimità notavano presso l'area verde retrostante la Galleria San Carlo del quartiere Arcella, una persona intenta a chiedere l'elemosina con petulanza e mano protesa con insistenza verso i passanti. I due operatori della P.L provvedevano, dopo un'attenta osservazione, alla immediata identificazione della stessa che risultava essere una giovane donna, tale D.F. cittadina comunitaria di nazionalità romena  in Italia di fatto senza fissa dimora e già conosciuta per analoghe condotte di disturbo verso la cittadinanza. A suo carico

Leggi tutto...

Arresto in via Valeri

spaccio215 settembre 2018 - Agenti della Squadra Investigativa, nell'ambito di un servizio di repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti nel comparto Stazione, notavano in via Valeri un giovane di origine africana che prelevava più volte da un cestino dei rifiuti un sacchetto di cellophane riponendolo subito dopo; dopo queste operazioni il soggetto aveva contatti con suoi connazionali e con un ragazzo italiano al quale consegnava un involucro ricevendo in cambio denaro. Poco dopo gli operanti fermavano il soggetto, che sarebbe poi stato identificato come W. F. (nigeriano di 22 anni) e recuperavano il sacchetto di cellophane che risultava contenere 4 grossi involucri (dei quali uno aperto) contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso netto complessivo di grammi 40,65. Sottoposto a perquisizione personale, il nigeriano

Leggi tutto...

DASPO Urbano a carico di mendicante bulgaro

accattonaggio12 ottobre 2018 – A seguito di segnalazioni alla Centrale Operativa, personale della Squadra Sicurezza Urbana si è portato in via Chiesanuova dove, all'altezza del civico 217, dove si trova la fermata per i bus urbani, ha notato un uomo che stava mendicando con insistenza, molestando le persone in  attesa dell'arrivo del mezzo pubblico ed impedendo di fatto la fruizione della struttura. Nel contestare la violazione del Regolamento di Polizia Urbana gli agenti accertavano che l'uomo tale I.K.B. cinquantasettenne di nazionalità bulgara, gravato da numerosi precedenti penali,  era stato colpito

Leggi tutto...

Arresto in Via Eremitano

marijuana02 ottobre 2018 - Nel pomeriggio di ieri, alle ore 18.30 circa, agenti in borghese del Nucleo Antidroga impegnati in un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in zona Stazione Ferroviaria notavano

Leggi tutto...

Riattivato velox corso Kennedy

velox corso Kennedy02 agosto 2018 - Continua la manutenzione evolutiva sul sistema velox lungo l'anello delle tangenziali di Padova. Da domani 3 agosto viene riattivato il dispositivo posto su corso Kennedy,

Leggi tutto...

Controllato un veicolo straniero, fermato

controllo veicolo straniero 1907201823 luglio 2018 - nel pomeriggio del 19 personale della Squadra Sicurezza Urbana, durante il controllo del territorio svolto in uniforme, fermava per un controllo un veicolo con targa spagnola, già noto ad uno degli agenti in quanto giorni prima aveva proceduto a sospenderlo dalla circolazione perché non sottoposto a revisione periodica. Al controllo dei documenti di circolazione e di guida si accertava che l'autovettura stava effettivamente circolando nonostante la sospensionee che il suo conducente, un cittadino cinese di anni 41, residente a Torino, risultasse privo di patente di guida, poichè revocata. A seguito di verifica al terminale delle forze di polizia si accertava che tale persona risultava gravata da numerosi precedenti penali, sia per stupefacenti sia per reati contro la persona. Gli agenti decidevano così di perquisire il veicolo, accertando che trasportava un grosso piedi di porco, una trancia, un coltello oltre ad un bilancino di precisione normalmente utilizzato per la confezione di dosi di stupefacente. L'uomo era quindi condotto negli Uffici della Polizia Locale e deferito all'A.G. per il possesso ingiustificato di armi da scasso. Il veicolo era quindi sottoposto a fermo amministrativo per la circolazione nonostante il gravame per la guida senza patente del suo conducente, inoltre il soggetto rifiutava la custodia del mezzo, pertanto venivano comminate allo stesso sanzioni per circa 8.000 euro.

Rubano alla Comet, fermati dalla Polizia Locale

furto comet 1607201818 luglio 2018 - Nel pomeriggio di lunedì 16 u.s., durante il servizio di controllo del territorio nella zona di viale Codalunga, personale della Squadra Sicurezza Urbana, in uniforme e a bordo del veicolo con le insegne d'istituto, intercettava un'autovettura Ford Galaxy recante targa rumena, con due occupanti che per i loro comportamenti destavano dei sospetti. Gli agenti decidevano quindi di seguire il veicolo e, viste le strane manovre eseguite dallo stesso, una volta giunti nella vicina via Annibale da Bassano decidevano di fermarlo. Gli occupanti risultavano essere due cittadini romeni rispettivamente di 26 e 29 anni. Ad un accurato controllo dei documenti si accertava che il ventinovenne stava guidando privo della patente di guida. Prima di procedere alle pratiche relative alla verbalizzazione della condotta dell'auto privo del titolo, gli agenti ispezionavano il veicolo e notavano che al suo interno vi erano degli elettrodomestici e dei prodotti elettronici ancora imballati, oltre ad un passeggino per bambini in ottimo stato di conservazione. Accertato che gli occupanti del veicolo erano privi degli eventuali scontrini di acquisto del materiale, consistente in un asciugacapelli, due consolle Play Station, un ferro da stiro, tre aspirapolveri e un ferro da stiro con caldaia per un valore di circa 1.800 euro, e visto che non sapevano fornire contezza in merito alla detenzione della merce, erano accompagnati in ufficio al fine di verificarne la lecita provenienza. Unitamente a personale della Squadra Investigativa, si accertava che i due uomini avevano compiuto un furto presso il punto vendita Comet di Padova. Dalla visione del sistema di videorsorveglianza del negozio si poteva appurare che avevano utilizzato il passeggino per nascondere i ferri da stiro per poi coprirli con una copertina ed uscire indisturbati. Ulteriori controlli hanno portato ad accertare che altro materiale era riconducibile a furti avvenuti in un grande magazzino di Marghera. Proseguendo le indagini, la Polizia Locale appurava inoltre che i due romeni nel breve periodio di permanenza in Italia avevano alloggiato in diversi alberghi. La merce ed il passeggino venivano quindi posti sotto sequestro in attesa di essere riconsegnati ai proprietari legittimi e i due fermati erano deferiti all'A.G. per i reati di furto e ricettazione, oltre alla già citata guida senza patente con il fermo del veicolo, in attesa del pagamento della sanzione prevista per la riconsegna al legittimo proprietario.

Interventi sicurezza stradale Rep. Pronto Intervento

controlli 229 giugno 2018 - Prosegue il controllo sulla sicurezza stradale dei trasporti merci in città poste in essere dal Reparto Pronto Intervento della Polizia Locale. Di questi giorni un importante intervento condotto durante l'ordinario servizio di controllo autotrasporto della Squadra Motociclisti, che fermava in via Del Progresso l'autocarro Fiat Ducato in servizio per una locale ditta di trasporti. Nel corso dell'accertamento si verificava che lo stesso trasportava Kg. 40. di polvere esplodente in numero 2 Fusti Cat. UNI 161 di categoria 1.3 C1; numero 5 latte materiale infiammabile (Solvente/Colore) destinato ad attività tipografiche per un totale di Kg. 125 e barattoli di olio motore per autoveicoli e barche. Visto la tipologia del carico particolarmente pericoloso per pericolo di esplosione (40 Kg di polvere da sparo) ed incendio si verificava se erano in essere le prescrizioni e le previste abilitazioni per il trasporto in ADR del carico. Al controllo il conducente risultava privo del certificato di formazione personale CFP e il veicolo utilizzato non risultava idoneo al trasporto di materiale pericoloso. Si informava del trasporto di polveri esplodenti i competenti uffici della Questura di Padova per quanto di competenza. Il personale veniva supportato da idoneo Specialista ADR con apposita abilitazione vista la pericolosità del carico e le modalità del trasporto. Il carico veniva trasportato in sicurezza presso i luoghi di destinazione con autisti abilitati CFP ed autocarri idonei ai trasporti ADR con apposite prescrizioni e strumenti (tra cui estintori). Oltre alle contestazioni di rito previste dal Codice della Strada (Art 168/9 ADR 8,1,4 mancanza estintori; Art 168/9 bis ADR 8,1,5 mancanza D.P.I. e Art 168/9 bis ADR 5,4,0 mancanza del DDT) per complessivi euro 3.648,00 come sanzione pecuniaria e la decurtazione di 64 punti, all'autista veniva ritirata la patente di guida e il documento di circolazione. Inoltre, tutti gli atti sono stati trasmessi all’Autorità Giudiziaria e alla Questura di Padova. Altro intervento è stato effettuato nella mattinata odierna sempre dalla Squadra Motociclisti, che fermava in via Reni l'autocarro Fiat IVECO in servizio per una locale ditta edile. Durante l'accertamento si verificava che il conducente trasportava ben 36 fusti di materiale e 4 barili da 180Kg l’uno per un totale di 720 kg di materiale tossico e infiammabile. Vista la tipologia del carico particolarmente pericoloso per tossicità e infiammabilità (di fatto 720 Kg di polvere da sparo) ed incendio, si verificava se erano in essere le prescrizioni e le previste abilitazioni per il trasporto in ADR del carico. Dal controllo risultava che per la tipologia del carico non erano posti in essere gli strumenti obbligatori per la sicurezza del trasporto, come ad esempio la presenza di idonei estintori di tipologia prevista per il prodotto trasportato. Il personale veniva supportato da idoneo Specialista ADR con apposita abilitazione vista la pericolosità del carico e le modalità del trasporto. All’autista veniva ritirata la patente e l’autocarro posto sotto stato di fermo, Oltre alle contestazioni di rito previste dal Codice della Strada (Art 168/9 ADR 8,1,4 mancanza estintori; Art 168/9 bis ADR 8,1,5 mancanza D.P.I. e Art 168/9 bis ADR 5,4,0 mancanza del DDT) per complessivi euro 1.380,00 come sanzione pecuniaria e la decurtazione di 14 punti, all'autista veniva ritirata la patente di guida e il documento di circolazione.

Segnalato da un cittadino per guida senza patente

guida senza patente27 giugno 2018 - Verso le ore 9.30 personale della Polizia di Prossimità Squadra Nord, in servizio sul rione San Carlo, riceveva un'informazione confindenziale da un cittadino, il quale riferiva che un collaboratore di un negozio di vicinato sito in via Facciolati, circolava quotidianamente alla guida di un furgone pur non essendo in possesso della patente di guida. Dopo aver raccolto le adeguate informazioni sulla tipologia del veicolo, gli agenti della Locale prontamente si portavano nei pressi del citato negozio, intercettando il veicolo oggetto della segnalazione. A richiesta degli agenti, il conducente oltre a non esibire alcun documento, si rifiutava di declinare le proprie generalità mantenendo un atteggiamento ostile nei confronti degli operanti. Improvvisamente lo straniero, successivamente identificato in J.O. di anni 26 di nazionalità tunisina domiciliato in città, cominciava a inveire contro gli operatori e si scagliava contro di essi tentando di aggredirli. Nel frattempo un'altra pattuglia della Polizia Locale era intervenuta sul posto, coadiuvando i colleghi al fine di bloccare l'uomo e trasportarlo presso gli uffici di via Liberi per l'identificazione mediante rilievi fotodattiloscopici.

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Fino a che non si sarà premuto il tasto - Accetto i cookies - nessun cookies sarà caricato.

Leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies

Prendi visione dell'e-Privacy Directive Documents

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.

Hai accettato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.