biciclette rimosse e/o abbandonate

RIMOZIONE BICICLETTE

Stazione 4 L'Amministrazione Comunale già da tempo si è posta l'obiettivo di favorire l'utilizzo della bicicletta come mezzo di trasporto, realizzando piste ciclabili e aumentando gli spazi riservati alla sosta, con l'installazione di apposite rastrelliere. Nonostante questo impegno si sono, comunque, incrementati comportamenti contrari al vivere civile tra i quali ricordiamo: 1) il parcheggio indiscriminato, causa di problematiche sia per la circolazione delle auto che dei pedoni, 2) l'abbandono dei velocipedi che si riducono in rottami arrugginiti lasciati in varie parti della città. Per contrastare il degrado conseguente a ciò, è stato avviato un vero e proprio monitoraggio sia della situazione delle biciclette sia di quella degli spazi ad esse riservati, per ripristinare il decoro di alcune aree della città e per garantire la fruibilità di questi ultimi da parte di tutti. Un esempio di ciò è l'azione avviata in P.le Stazione, diretta a dissuadere le persone ad incatenare le biciclette al di fuori degli spazi previsti, in particolare modo nel piazzale antistante la stessa, ovvero ad abbandonarle anche per diverso tempo o, più spesso, definitivamente. La rimozione delle biciclette, in quest'area, avviene con cadenza pressoché settimanale o secondo necessità; vengono inoltre recuperati i rottami o i velocipedi in stato fatiscente nonché quelli presenti già da molto tempo nel medesimo luogo o posizione tale da far presumere il loro abbandono o furto.
I ciclisti, nell'utilizzo della bicicletta, devono attenersi alle norme del Codice della Strada così come previsto per tutti gli altri utenti della strada. Tali norme comprendono sia quelle comportamentali (ad esempio la sosta con intralcio), più generiche, sia quelle più specifiche riguardanti la circolazione dei velocipedi e l'utilizzo dei loro dispositivi luminosi (art. 182 del C.d.S. e art. 377 del Reg.) Oltre al Codice della Strada vi è anche il Regolamento di Polizia Urbana che, all'art. 5 lett. l), vieta di assicurare le biciclette con lucchetto a strutture pubbliche o pertinenze stradali non destinate a tale uso come segnali stradali, alberi, paletti dissuasori.
Nei casi previsti, anche le biciclette possono essere rimosse alla stregua degli altri veicoli; la rimozione del veicolo, comunque, è sempre ammessa anche in assenza di apposita segnaletica con esclusione del solo divieto di sosta, nei casi in cui queste rappresentino un ostacolo per gli altri utenti della strada. La rimozione del velocipede viene segnalata dalla presenza di un adesivo di colore rosso.
Una volta rimosse o recuperate, le biciclette verranno restituite ai legittimi proprietari solo in presenza almeno di una delle seguenti condizioni:
  • possesso delle chiavi con cui la bici era assicurata sul luogo
  • esibizione di una denuncia sporta in data antecedente alla rimozione
  • chiara e dettagliata descrizione del veicoloStazione 2

Per il ritiro (non è prevista la visione) delle biciclette rimosse, l'ufficio incaricato è situato presso il Comando di Polizia Municipale Rep. Motorizzato via Gozzi 32 - telefono 049 8205122; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; orario: lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9:00 alle 12:00 e giovedì dalle 9:00 alle 14:00.
.Responsabile del Procedimento: Vice Commissario Riccardo Pampolari
Contestualmente alla riconsegna verrà notificato il verbale relativo alla violazione per cui si è proceduto alla rimozione.
Decorsi 90 gg. dalla rimozione, le biciclette non reclamate saranno trasferite al Settore Provveditorato, Ufficio Oggetti Smarriti.
Per il ritiro delle biciclette rinvenute (in assenza dell'adesivo rosso) è necessario rivolgersi al Settore Provveditorato, Ufficio Oggetti Smarriti, via Sarpi 5. Questo ufficio procederà, ai sensi dell'art. 927 del Codice Civile, alla pubblicazione del loro ritrovamento sull'Albo Pretorio. Trascorso un anno dalla data di ultima pubblicazione senza che siano state reclamate, il ritrovatore ne acquisterà il possesso.

Condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

A chi rivolgersi:

Servizio 3° Operativo Stradale
Reparto Pronto Intervento
Squadre Motociclisti
Via Gozzi n. 32, Padova
Telefono 0498205122 - Fax 0498205105
E-mail pmmotociclisti@comune.padova.it
PEC: polizia.municipale@comune.padova.legalmail.it
 
 
Leggi anche:

 

Valutazione della pagina: un aiuto per migliorare

Ultim'Ora

Disabili e strisce blu

ORDINANZA n. 2015/76/0060 del 28/01/2015 "Disciplina della sosta delle autovetture a servizio di persone disabili nelle aree di sosta ed in alcuni parcheggi pubblici a raso a pagamento del territorio comunale"
_______________________________________________________________________________________________________

Con Delibera del Consiglio Comunale n. 63 del 29 settmbre 2014, immediatamente esecutiva, è stato approvato ed è entrato in vigore il nuovo REGOLAMENTO di POLIZIA URBANA. Tale Regolamento disciplina l'insieme delle disposizioni volte ad assicurare la serena e civile convivenza in materia di: - Sicurezza urbana e qualità dell'ambiente urbano; - Salvaguardia del verde e dell'ambiente; - Occupazione del suolo pubblico o privato aperto al pubblico transito; - Tutela della quiete; - Commercio in sede fissa e su aree pubbliche (esercizi pubblici e insediamenti produttivi).

TESTO REGOLAMENTO POLIZIA URBANA

__________________________________________________________________________________________________________________________________________
Ulteriori messaggi nelle prossime ore in questo spazio e su TWITTER @plPadova

 

 

Ultim' ora

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Fino a che non si sarà premuto il tasto - Accetto i cookies - nessun cookies sarà caricato.

Leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies

Prendi visione dell'e-Privacy Directive Documents

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.

Hai accettato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.